News 12/07/2018

BLUBE AGLI STATI GENERALI DEL BUONO PASTO

Blube ha preso parte alla prima edizione degli Stati Generali del Buono Pasto in Italia, promossa e organizzata da ANSEB (Associazione Nazionale Società Emettitrici Buoni Pasto) con l’obiettivo di confrontarsi sullo stato del settore e su alcune proposte per far crescere il sistema, portando valore a tutti gli stakeholder. 

All’evento hanno partecipato i principali operatori e per Blube ha partecipato Valeria Platania, Key Account & Business Development. Nel corso della mattinata sono stati presentati i principali dati del settore, confermandone la centralità per il mercato italiano: usufruiscono dei buoni pasto circa 2.4 milioni di lavoratori, cioè il 40% dei lavoratori che pranzano fuori casa. Gli esercizi convenzionati sono circa 150mila e si stima che il 40% dei loro introiti derivino dall’utilizzo del buon pasto da parte dei lavoratori per una pausa pranzo sana e nutriente.

Durante il suo intervento, Valeria Platania ha sottolineato la centralità del buono pasto fra i servizi di welfare aziendale che CIRFOOD offre ai propri clienti, trattandosi del benefit preferito dai lavoratori dipendenti. BluBe sta puntando con decisione sul servizio di mensa diffusa e sulla digitalizzazione del buono pasto, con l’obiettivo di renderlo sempre più all’avanguardia: l’azienda, infatti, sta studiando soluzioni che vanno dalla carta contactless al sistema NFC per smartphone, fino alla smaterializzazione completa della card e del POS.

“Attraverso BluBe il nostro Gruppo esprime nel mercato dei buoni pasto due aspetti molto importanti oggi per le aziende che sono il frutto di una lunga storia del fare ristorazione organizzata in Italia: la cultura del cibo e l’attenzione al benessere delle persone”, ha dichiarato Valeria Platania. “Sono aspetti che riteniamo di poter valorizzare in modo efficace grazie a una continua innovazione sia tecnologica, per la digitalizzazione del buono pasto, sia di modello, per un servizio di buono pasto elettronico e di mensa diffusa sempre più esteso ed efficace”.