News 09/11/2018

CIRFOOD CONTRIBUISCE A STUDIARE IL VALORE DEL WELFARE AZIENDALE NEL LAVORATORIO “WBR-Lab” REALIZZATO DA UNIVERSITÀ BICOCCA E VALORE WELFARE

CIRFOOD è stata tra le aziende protagoniste dell’evento di presentazione dei risultati del laboratorio di Ricerca “Welfare Benefit Return” (“WBR-Lab”) svoltosi il 7 novembre scorso presso l’università Bicocca. Il laboratorio è stato realizzato sotto la direzione e il coordinamento scientifico del Prof. Dario Cavenago - ordinario di Economia Aziendale e Coordinatore di MAUNIMIB presso l’Università degli Studi di Milano- Bicocca in collaborazione con Valore Welfare.

WBR-Lab rappresenta un percorso innovativo nel panorama delle attività di studio e di ricerca sul Welfare Aziendale, ponendosi l’obiettivo di definire una metodologia per la valutazione dell’impatto derivante dall’adozione di programmi di Welfare Aziendale.

Il lavoro di WBR-Lab parte dall’assunto che i piani di welfare aziendali non siano un vantaggio per i soli dipendenti, che fruiscono di servizi e benefit, ma costituiscano un beneficio anche per l'impresa, che può e deve essere misurato. L’obiettivo di WBR-Lab è stato quindi quello di sviluppare una metodologia per la misurazione della “creazione di valore” (lato azienda) derivante dall’adozione di programmi di welfare.

Le evidenze illustrate dal “WBR-Lab” riguardano il ruolo strategico degli investimenti in Welfare Aziendale e rafforzano approcci capaci di sottoporre a misurazione gli scostamenti sugli “asset” più sensibili all’implementazione di interventi di welfare in azienda e di tradurli in risultati valutabili anche ai fini della sostenibilità finanziaria degli interventi stessi. 

Il modello definito dagli attori del laboratorio si caratterizza per la sua capacità di integrazione e adattabilità rispetto alle specifiche caratteristiche di ogni singola impresa, favorendo l’avvicinamento al tema del Welfare Aziendale e la valutazione d’impatto organizzativo anche da parte di aziende di media e piccola dimensione.

CIRFOOD, che ha partecipato attivamente al progetto insieme ad altre imprese appartenenti a diversi settori di attività, ha già implementato al proprio interno diverse misure a favore dei propri dipendenti, nella cornice del programma NOIXNOI, che prevede strumenti di flessibilità per conciliare i tempi di vita e di lavoro, e azioni di sostegno al reddito e servizi per il benessere dei lavoratori. Tali iniziative sono già monitorate attentamente, attraverso indagini interne per verificarne il livello di conoscenza e gradimento. Nel 2017 le azioni maggiormente apprezzate sono state, in ordine, il Buono Cultura (78%), l’omaggio natalizio (73%) e il pasto gratuito (70%). 

Nell’ambito del Laboratorio WR-Lab, CIRFOOD ha analizzato in particolare tre aree connesse al welfare aziendale: il benessere aziendale, la performance delle risorse umane e i risultati aziendali. Dai focus group realizzati è emerso che in tutte le dimensioni il welfare aziendale contribuisce, insieme a diversi altri fattori, al miglioramento del clima e del coinvolgimento delle persone nell’impresa, e può incidere anche su anche aspetti organizzativi come la riduzione del turnover e dell’assenteismo, ed economici, come la produttività ed un accrescimento del capitale reputazionale dell’azienda.

Oltre a CIRFOOD, si sono dichiarate disponibili a sottoporre i propri piani di welfare alla ricerca anche Aeroporto di Bologna, Axa Italia, Bper Banca, Havas Media, Italtel e Milano Serravalle-Milano Tangenziali.